domenica 21 febbraio 2010

Insalata Olivia, ovvero insalata di spinaci, arancia e finocchio




L'altro giorno, complice la mia gravidanza e la visita del nuovo figlioletto di un mio collega, con la mia compagna di ufficio ci siamo messe a parlare di nomi per bambini: di quelli che suonano bene in Italiano ma non in Inglese (Giovanni, impronunciabile da queste parti), di quelli che suonano bene in Inglese ma non in Italiano (Fionnan, nome irlandese impronunciabile in Italiano) e di quelli che suonano bene in entrambe le lingue ma che per qualche motivo e' difficile dare a causa di associazioni mentali negative o buffe nell'una o nell'altra lingua (per esempio, io non vedo nulla di male nel nome Diana, che associo alla divinita' classica, ma qui mi dicono che fa pensare a Lady Diana e alla colonizzazione inglese e che quindi sarebbe una scelta diasastrosa). 

Quest'ultima categoria di nomi e' stata la piu' interessante da discutere visto che le associazioni mentali variano al variare della cultura di appartenenza e cio' che ha senso in una lingua lo perde del tutto nell'altra. Vi faccio un esempio, che e' poi quello che mi ha portato a questo post: un nome che a me piace tantissimo per una bimba e' Olivia, ma spiegavo alla mia collega che in Italia, quando l'ho proposto, diverse persone l'hanno associato all'allampanata compagna di Braccio di Ferro e lo hanno criticato. La mia collega  ha fatto una strana espressione a questa mia rivelazione e il motivo di cio' e' che non solo Braccio di Ferro si chiama diversamente in Inglese che in Italiano (Pop eye) ma anche Olivia ha ben altro nome: non si chiama altro che 'Olive Oyl', ovvero Olio d'oliva.

Bizzarro, ho pensato io. Come mai le avranno dato questo nome? La risposta ufficiale non la so (per un piccolo approfondimento, c'e' una nota dopo la ricetta),  ma mi e' venuta la seguente idea: non sara' che la compagna di un mangiatore di spinaci si chiami 'Olio d'oliva' per suggerire uno dei modi con cui condire la suddetta verdura? Un modo ottimo, se chiedete a me, un vero matrimonio perfetto.  

Ispirata da questa mini rivelazione semantica (mi basta poco per ispirarmi) mi sono quindi messa a preparare un'insalata che sfruttasse al massimo l'accoppiata spinaci-olio e che al tempo stesso facesse contento braccio di ferro assicurando un'ottimo apporto di ferro grazie all'unione spinaci+vitamina C.

Il risultato e' freschissimo e croccantino, una vera delizia per un pranzo leggero durante una giornata mite. Basta mescolare i seguenti

Ingredienti:
Una manciata di spinaci freschi a foglia piccola
1 arancia tagliata a dadini (vi suggerisco di tagliarla a fette orizzontali e poi ognuna di esse in pezzetti piccoli) 
1/4 di finocchio crudo, tagliato a dadini
Olio d'oliva
Sale

E ora, una nota di approfondimento su Olivia.

Olivia, in inglese, e' chiamata Olive Oyl, Olive essendo il suo nome e Oyl essendo il congome. Cosi' come al supermercato si trovano tanti oli diversi (di semi, d'oliva, di sesamo) cosi' si trovano molti componenti della famiglia di Olivia, per l'apunto, gli Oyl (gli Olii). Tra i molti, mi sembra valga la pena di ricordare: suo fratello Castor Oyl (Olio di ricino), sua mamma Nana Oyl (Olio di banana, che in inglese dell'epoca vuol dire schiocchezza, nonsense), le sue nipoti Diesel Oyl e Violet Oyl (Olio diesel e olio di violetta) e suo zio Lubry Kent Oyl (Lubrificante).
Olivia e' nota in Italia soprattutto come compagna di Braccio di Ferro, ma questo essere passata alla storia come 'moglie di', come spesso succede, le fa gran torto. Prima dell'arrivo del marinaio con la pipa, Olivia era infatti protagonista del suo fumetto personale, incentrato esclusivamente su di lei e sul suo disastroso gusto in fatto di uomini, che l'aveva portata a scegliere un compagno pigro, inaffidabile e sempre a caccia di gonnelle altrui. L'arrivo sulla scena di Braccio di ferro significo' per Olivia la fine di questa frustrante relazione e un nuovo inizio della sua vita sentimentale, ma significo' anche la fine della sua notorieta' come individuo e l'inizio di una vita di celebrita' a rimorchio del compagno. Per questo, la mia insalata che avevo originariamente chiamato 'Insalata braccio di ferro' e' ora dedicata a lei.  


2 commenti:

paola calvetti ha detto...

Gentile Cinnamon fairy,
sono una scrittrice italiana e normalmente non scrivo, disturbando chi non conosco, ma non posso NON raccontarle il piccolo episodio che la riguarda. Sto scrivendo un nuovo romanzo e la protagonista si chiama Olivia. Digitando il nome (volevo vedere se anche in altri paesi era usato) è apparso il suo blog e mi sono divertita a trovare delle coincidenze... la mia Olivia ha 33 anni, è del segno dei pesci e ho trovato le sue cnsiderazioni sulla moglie di Braccio di ferro PERFETTE. Le userò, se me ne dà il permesso...
Paola Calvetti

Cinnamon Fairy ha detto...

Buongiorno Paola, ma naturalmente! Anzi, mi fara' molto piacere leggere il suo romanzo e scoprire questa Olivia che ha tanto in comune in con me. Buona scrittura e grazie per aver considiviso con me questo episodio cosi' carino, mi ha fatto sorridere!