lunedì 7 novembre 2011

Pollo al profumo di zenzero e basilico



Il pollo e' uno di quei piatti che a casa mia ha sempre successo. Facile da comprare (al supermercato qui vicino c'e' un corridoio intero con una scelta infinita di tagli di pollo, molti ruspanti), piace a tutti e tre noi ed e' cosi' semplice da preparare che rischia di essere sulla nostra tavola praticamente ogni giorno, per pura mancanza di creativita', o energia, dal parte della sottoscritta.

Ieri pero' ho deciso di fare uno sforzo di fantasia e preparare il pollo in pezzi che avevo in frigo in un modo un po' diverso. Ne e' risultato un piatto facile e dal sapore delicato, che emerge al meglio se servito a temperatura ambiente.

Ingredienti:
Pollo ruspante (io avevo una confezione di pollo gia' in pezzi)
Una radice di zenzero
Olio evo
Sale
1 Peperoncino
Il succo di mezzo limone

Per prima cosa, ho preparato una marinata per il pollo. In una ciotola, ho unito un po' d'olio, il sale, un pezzetto di radice di zenzero grattugiata, il peperoncino, qualche foglia di basilico tagliata a pezzetti piccolissimi (io ho usato la mezzaluna) ed il succo di limone. Ho mescolato il tutto e ci ho passato i pezzi di pollo,  in modo che ne venissero ricoperti per bene. Li ho poi messi nel piatto della marinata e li ho lasciati riposare in frigo per un po' piu' di un'ora.

Nel frattempo, ho scaldato il forno con dentro una teglia d'olio: quando era ben caldo, ho tolto la teglia dal forno e ho aggiunto il pollo: l'ho fatto rosolare nell'olio caldo in modo che dorasse leggermente da tutti i lati e poi ho infornato fino a cottura ultimata. Quando e' stato pronto, l'ho lasciato riposare un po' fuori dal forno, ho guarnito con delle foglie di basilico fresco e ho servito a temperatura ambiente. 

2 commenti:

Chiara ha detto...

Interessante...:-)
Io adoro il pollo!
Ma quanto tempo dovrebbe stare in forno per la cottura?
Ciao

Cinnamon Fairy ha detto...

Hai ragione, lo vedi che succede quando cerco di fare la brava e scrivere di prima mattina?? Allora, io il pollo di solito lo cuocio a 180 gradi e per la cottura mi regolo punzecchiandolo con una forchetta: quando il sughetto che ne esce e' chiaro (piuttosto che rosato), il pollo e' cotto! Purtroppo dei timer non mi fido e faccio a occhio.